fbpx

Tour di Volcon de La Corona.

 In Blog

Il paesaggio vulcanico timanfaya è senza dubbio una delle zone più belle da passeggiare sull’isola di Lanzarote. Probabilmente anche uno dei migliori in Europa. Detto questo, c’è un’altra area di Lanzarote che non si deve perdere quando si cerca una passeggiata incredibile – Volcàn de La Corona.

I clienti che soggiornano presso Finca de Arrieta apprezza nodi soprattutto questa zona, dopo tutto fa da sfondo alla loro sistemazione e una vista che ti fa sentire immediatamente tutt’uno con l’ambiente, una sensazione che può venire solo dalla brezza dell’oceano da un lato e dalle montagne dall’altro!

Renata, uno dei team LR con sede a Finca de Arrieta, ha una grande passione per la vita all’aria aperta, inizia per lei alle 7.30 con le nostre sessioni Sunrise Stretch dove tutti gli ospiti sono i benvenuti e poi … bene semplicemente non finisce mai davvero … Reanta è attiva tutto il giorno come lei aiuta gli ospiti. Quindi non è una sorpresa che Renata sia saltata di gioia con la possibilità di unirsi agli ospiti il giovedì mattina nel loro tour Volcàn de La Corona.

La passeggiata è iniziata nel bellissimo villaggio di Ye, nel comune di Hara. Voi siete piuttosto remoti e abitati da poco più di cento persone, la vita si muove ad un ritmo meravigliosamente lento, tanto che il tempo sembra essersi fermato. Mentre si facevano strada tra i vigneti locali hanno imparato a conoscere le piante e i fiori che stavano sbocciando dopo la pioggia insolitamente generosa di quest’anno (qualsiasi pioggia è generosa qui dato che ne riceviamo in media 12 giorni!). Fin dall’inizio di questa passeggiata c’è un’abbondanza di alberi di fico e viti.

Quando raggiunsero il cratere di Volcàn de La Corona la nube che si aggrappava al terreno più alto a volte aveva tutti eliminato.

La sommità si erge a 609 metri di altezza ed è un vulcano estinto, l’ultima eruzione è stata di 4.000 anni fa quando ha coperto una vasta area del nord-est dell’isola con lava, creando il Malpais de la Corona e due delle attrazioni geologiche più visitate dell’isola, la Cueva de los Verdes e la Jameos del Agua. Non solo si ottiene una splendida vista della forma del robusto cratere, originata circa 15 000 anni fa, quando il vulcano è esploso per la prima volta, ma anche si vedono le acque blu dell’oceano che lavano sia la costa occidentale che orientale dell’isola.

Dalla cima degli escursionisti del vulcano sono in grado di godere delle spettacolari viste panoramiche. A nord, il vostro sguardo può essere ricompensato dalla contemplazione dell’immensità del mare e della Roque del Este (un isolotto dell’Arcipelago Chinijo) o dei vigneti Ye, che sembrano veramente fuori da un dipinto. A est si trova la costa di Mala e Arrieta.

Spettacolare!

C’era molto di più da camminare, per parlare, vedere ed esplorare, come la festa girava intorno al corpo perfetto del Monte Corona. Il pic-nic ai bordi di Risco con vista sull’isola di La Graciosa è una gradita tregua.

Quando tutti tornavano il trasporto erano ancora solo alle 14:00, ancora tempo per un pomeriggio pigro sulla spiaggia che immerge i piedi stanchi nelle fresche acque atlantiche dopo 4 ore di immagini strabilianti. Naturalmente il piccolo Rum (Mojito) ‘baratto’ sulla spiaggia di Arrieta, con la gente del posto godendo di un po ‘di musica, una sorta di spagnolo Calypso ibrido, è una soluzione rapida per i piedi stanchi anche 😉

Un’introduzione a Renata può essere visto nel nostro ultimo comunicato stampa CLICCA QUI

Per essere sicuri di essere aggiornati su tutte le nostre ultime notizie e offerte si prega di iscriversi alle nostre notizie in fondo a qualsiasi pagina del sito web.