fbpx

Haria

 In



Hara, conosciuta anche come “la valle delle mille palme”, è un’affascinante città situata in una valle nella parte settentrionale dell’isola di LANZAROTE È uno dei luoghi più verdi dell’isola e possiede un microclima speciale che favorisce l’apparizione di un gran numero di specie di piante.



L’atmosfera idilliaca di Hara ha attirato molti artisti che si sono stabiliti qui e possono essere visti lavorare lontano in una varietà di negozi di artigianato e gallerie. Non c’era da stupirsi che César Manrique abbia scelto di ritirarsi anche qui, dove è stato sepolto anche dopo la sua morte. La Casa Museo César Manrique (Casa del Museo) è una visita da un must. La casa è cambiata molto poco dalla morte dell’artista, si può sentire la sua presenza in ogni stanza, è davvero come se fosse appena uscito dalla porta mentre andava al lavoro e non tornasse. Ed è quello che è successo in quel fatidico giorno del 25 settembre 1992.



C’è anche un’attraente piazza della città, l’ombreggiata Plaza Leàn y Castillo, delimitata da case storiche restaurate e ancora più palme. Ad un’estremità si trova la chiesa parrocchiale di Nuestra Se’ora de la Encarnaciàn che ospita un piccolo museo d’arte sacra.

Ogni sabato dalle 10 alle 14 un mercato locale con varie bancarelle con artigianato artigianale e opere d’arte e prodotti locali si svolge nella piazza principale. Se volete scoprire altri mercati a Lanzarote, vi consigliamo di controllare questa lista dei mercati settimanali locali a Lanzarote.

Mentre sei ad Hara forse vorresti seguire una strada tortuosa intorno al Risco de Famara fino a un passo di montagna per raggiungere il Mirador de Haria, un punto panoramico alto a soli 5 chilometri a sud di Haria. Da questo mirador potrete godere di una vista spettacolare sul villaggio, sulle alte scogliere della costa nord-occidentale, il Peas del Chache che a 2.200 piedi (670 metri) di altezza è la montagna più alta dell’isola e i villaggi di Tabayesco e Arrieta a est.